BIMBI & IMPREVISTI

Gli imprevisti piacciono a pochi, e spesso quando succedono causano malumore e giramenti vari, figuriamoci ad un bambino

Quando Ale era più piccolo non gli dicevamo nulla e gli facevamo la sorpresa all’ultimo se si organizzava qualcosa, onde evitare delusioni

Adesso che è cresciuto ci piace renderlo partecipe di quello che organizziamo anche solo per godere dell’emozione dell’attesa, però può succedere “l’imprevisto” e che salti tutto e la delusione e il pianto sono inevitabili.

Voi come vi comportate? Rendete partecipi i vostri bimbi o preferite fino all’ultimo non dire nulla?

Vi aspetto nei commenti

VORREI REGALARTI UN SORRISO

Vorrei regalarti un sorriso, vorrei vederti tornare a sorridere come facevi fino a poco tempo fa, i tuoi occhietti seriosi e pensierosi sono come uno schiaffo

Vorrei poterti dare la soluzione,  ma so che con il tempo la troverai dentro di te È  che non ti stai godendo nulla, non riesci ad assaporarti il bello della vita.

Mi sento responsabile, ci sentiamo responsabili e in colpa perché non siamo capaci di ovviare e deviare le tue preoccupazioni.

Vorrei potermi sostituire a te per trovarti mille modi per reagire a questo periodo un po’ così, ma non è  giusto, tu sei tu e vai rispettato.

Le difficoltà si superano, l’unione e l’amore sono la nostra e la tua forza.

Noi siamo qui, al tuo fianco ci saremo sempre, non sei solo. MAI

Ti amiamo più di tutto La tua mamma e  il tuo papà

PRIME DELUSIONI

Ed eccomi qui dopo il pomeriggio di ieri e una mattinata tosta vi racconto di ieri com’è terminata la 3 giorni delle emozioni di Alessandro

Come vi avevo raccontato nelle storie Ale ha partecipato a questi 3 giorni sempre organizzati dalla parrocchia ma condotto dai ragazzi più giovani.

I bimbi divisi i 4 squadre con i colori delle emozioni nei 3 giorni hanno fatto varie attività e giochi e la sua squadra (arancione) è sempre stata prima in classifica e l’ultimo giorno (ieri) ci sarebbero stati gli ultimi giochi e le premiazioni, lui era emozionatissimo e sognava il trofeo per la sua squadra

Noi gli abbiamo detto che l’importante è giocare e divertirsi, poi se si vince ben venga, ma non è fondamentale

Ieri lo andiamo a prendere, e da lontano ho visto il suo sguardo triste, non ho fatto in tempo a dire nulla che è scoppiato in lacrime.

Era andata male.

Intorno a lui e a noi, tutti i suoi amici che si divertivano e ballavano con la musica a tutto volume e lui in lacrime.

Una volta a casa sconsolato ci ha spiegato che la squadra ha perso per colpa sua, non si dava pace.

L’abbiamo consolato e abbracciato, abbiamo capito il suo dispiacere e la sua mortificazione ma gli abbiamo anche spiegato che non si doveva sentire in colpa, che si vince e si perde, abbiamo cercato di non minimizzare ma nemmeno di enfatizzare.

Ci auguriamo di essere riusciti nel nostro intento

Vi aspetto nei commenti con le vostre preziose esperienze

PSICOTERAPIA NEI BAMBINI

Buongiorno sapete che sono un po ‘ a volte troppo diretta ma non mi piace nascondermi dietro ad un dito

È un argomento che mi tocca da vicino, ed è ancora oggi un tabu’ C’è una mal accettazione, c’è pregiudizio o forse è solo semplice vergogna. Vergogna?

Un bimbo che va dallo psicoterapeuta è vergogna? Chi giudica lo fa solo per ignoranza

Io credo che sia il più bel regalo che due genitori possano fare al proprio figlio, regalare un futuro migliore, regalare una strategia per come affrontare meglio la vita, in un momento di fragilità.

È chiaro che non tutti i bimbi ne hanno bisogno, ma è fondamentale capire quando invece necessita.

Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensate, se vi va di lasciare il vostro pensiero vi aspetto nei commenti Ciaooooooooo e buona giornata

MY WAY

Ho voglia di raccontarmi

La mattinata non è iniziata nel migliore dei modi, può succedere anche in vacanza Di solito a me passa in fretta, stamattina, no.

Abbiamo comunque organizzato la nostra camminata, molto soft per via del tempo

Siamo arrivati a San Candido (come ben sapete, la adoro) abbiamo pranzato e abbiamo fatto 2 passi, dal centro si sentivano note jazz nell’aria e così ci siamo avvicinati

Sono partite le note di “my way” di frank sinatra, io e Mauri ci siamo abbracciati in mezzo alla piazza e abbiamo ballato un lento, vuoi il clima uggioso ma fresco, la piazza suggestiva, la musica in quell’abbraccio ho sentito tutto il nostro amore, mi sono sentita un’emozione fortissima nel petto e le lacrime salire agli occhi, che non ho frenato e ho lasciato scendere

Era tanto che non mi emozionavo così, è stato bellissimo

Tornati sulla terra ci siamo girati e c’era Alessandro che ci guardava incantato, avrà pensato ma saranno fuori i miei genitori che si mettono a ballare in mezzo alla piazza (tra l’altro in kway perché spiovigginava super fashion😜🤣)

Scherzi a parte credo che per lui sia stato molto bello vederci ballare così stretti stretti.

Se vi va e avete tempo ascoltate qualche secondo sono bravissimi ❤️💋

https://www.instagram.com/reel/ChxE1hQjRyh/?igshid=MDJmNzVkMjY=

UNITI SEMPRE❤️

Il nostro piccolo amore spesso si sente a disagio, questo non lo fa stare bene Il disagio o malessere chiamiamolo così è iniziato in sordina circa un anno fa in concomitanza di due lutti importanti, che hanno lasciato il segno, in un momento di grande stress per lui da affrontare , quale un intervento chirurgico. Vuoi la sua spiccata sensibilità difficile da domare, vuoi che forse è  ancora troppo piccolo da poterla gestire, mesi fa ha iniziato a manifestarsi apertamente, (grazie a dio dico io)  così abbiamo potuto affrontarla tutti insieme. A volte riesce a dirlo altre volte soprattutto alla notte si sveglia tremante e agitato. Fa proprio fatica a gestire le sue emozioni, belle e brutte che siano.

Naturalmente ci siamo e ci stiamo facendo aiutare e consigliare come è  meglio comportarci.

Sembravamo andare meglio, molto meglio, poi, vuoi l’imminente inizio del nuovo anno scolastico, vuoi un nuovo evento, che ci ha sorpreso e ci ha lasciato tutti senza forze, ha destabilizzato di nuovo quel piccolo filo di equilibrio che si stava ricostruendo.

Ma noi siamo uniti e forti e ricominceremo daccapo Insieme siamo una squadra, siamo una famiglia. Anche se oggi iniziano le nostre vacanze e magari vi aspettavate un post allegro, avevo voglia di raccontarvi questa cosa.

Questo è  un post di speranza e perché  no di gioia, essere uniti e “affrontare insieme” è  un inno alla vita. Non bisogna mai nascondersi dietro ad un dito.

Buona giornata  e buon inizio di vacanze a noi

MAMI❤️

Mamma ti lovvo…. per il tuo spirito, per il tuo carattere, per il tuo essere molto free, con te mi sento sempre libera di essere me stessa Grazie per essere così… per essere la mia mami

Guarda il video ⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️ https://www.instagram.com/reel/ChHLZTQjgon/?igshid=MDJmNzVkMjY=

Si salvi chi puòoooooooo…

Mo mamma quando si sveglia storto (aveva il naso chiuso 🙄)

Pesissimo.

Comunque ho imparato a non considerarlo… poi gli passa

I primi 10 minuti una polemica continua…..

Santissima me…. e la mia grande pazienza ahahah